Come illuminare il bagno con i led?

Come illuminare il bagno con i led?

Da sempre il bagno rappresenta l'ambiente della casa per eccellenza dove si è soliti rilassarsi e nel quale trascorrere il tempo necessario alla cura e al benessere della propria persona. Proprio per questo motivo, quando si arredano gli spazi, l'obiettivo è di fatto quello di rendere proprio il bagno quanto più confortevole possibile e simile a una Spa. L'illuminazione gioca un ruolo fondamentale poiché contribuisce a determinare un'atmosfera rilassante e piacevole, permettendo dunque di staccare la spina dopo una giornata lavorativa particolarmente stressante.

Il bagno tuttavia pone di fatto due differenti obiettivi legati all'illuminazione: il primo coinvolge l'illuminazione generale dell'ambiente mentre il secondo quella relativa allo specchio che deve consentire di diffondere adeguatamente la luce in tutta la zona che sovrasta il lavandino. Illuminare il bagno con i led rappresenta la soluzione più indicata perché tale tecnologia permette un notevole risparmio energetico e un'ottimale diffusione della luce. Ecco dunque una guida utile dedicata ad un'illuminazione bagno versatile e idonea allo spazio.

Illuminazione a led in bagno: perché sceglierla

L'illuminazione per bagno a led da sempre figura tra le più consigliate poiché il mercato offre molteplici componenti luminosi spesso creati con materiali riciclabili di alta qualità che risultano non solo funzionali ma decisamente performanti. Le luci led bagno offrono molteplici vantaggi: assicurano una maggiore durata nel tempo senza la necessità di alcun tipo di manutenzione, rendendo necessaria la sostituzione non più dell'intero corpo illuminante ma solo di eventuali componenti danneggiate.

Da non sottovalutare inoltre la resa luminosa dei led per bagno, sempre diffusa e ottimale ma costituita da un notevole risparmio energetico che consentirà sul lungo periodo, di ammortizzare con maggiore facilità, l'investimento iniziale. La luce bagno led è infine pensata per garantire il massimo comfort visivo che inevitabilmente potrà quindi condizionare positivamente il benessere psicofisico di tutti gli abitanti della casa che amano rifugiarsi in quell'ambiente per poter fruire di un piacevole momento di relax.

Bagno con illuminazione a led: come ottimizzare i componenti luminosi

Come già trattato in precedenza, l'illuminazione bagno led deve essere strutturata seguendo due aspetti principali: quello ambientale nella sua totalità e quello fondamentalmente legato alla zona circostante lo specchio e i sanitari. Per quanto concerne l’illuminazione ambientale complessiva è opportuno utilizzare preferibilmente luci diffuse mediante l'utilizzo di plafoniere o faretti da inserire magari all'interno di un controsoffitto.

Qualora la scelta ricada ad esempio su complementi luminosi direzionali è invece necessario considerare ovviamente anche l'eventuale riflesso procurato dalla presenza dello specchio. Fattore da non sottovalutare è anche la presenza di vapori e dell’elevata umidità presente all'interno di tale ambiente: in questo caso è opportuno volgere la scelta su lampade costituite da un alto indice di protezione, che sia superiore a IP40 o IP44, garantendo in questo modo non solo un ciclo di vita più che soddisfacente delle lampade ma ottime performance anche e sopratutto in termini di luminosità.

Per quanto riguarda invece l'illuminazione che coinvolge lo specchio, occorre sempre tenere in considerazione non solo il lavandino ma anche tutti gli eventuali complementi d'arredo presenti nelle immediate vicinanze. Allo stesso modo è importante ricordarsi che anche il viso, con le sue sporgenze caratteristiche e naturali, implica la formazione di zone d'ombra poste sull'immagine riflessa e proprio in virtù di tali fattori è necessario e utile evitare le luci direzionali, che poste al di sopra dello specchio determinerebbero ulteriori problemi.

Illuminare il bagno con faretti led rappresenta in questo caso la soluzione più indicata poiché questi particolari complementi luminosi, sono in grado di fornire una luce diffusa in maniera impeccabile in tutto l'ambiente del bagno, senza determinare alcun tipo di compromesso: permettono di ovviare problematiche legate ad ombra e riflessi e forniscono una luce naturale, riposante e molto confortevole permettendo di compiere all'interno dello spazio, ogni tipo di azione, sia diurna che notturna.

Il vantaggio di illuminare il bagno con i led

Scegliere dunque di illuminare il bagno con i led comporta notevoli vantaggi: la tecnologia led RGB ad esempio consente di creare con molta facilità, un'ambientazione suggestiva e rilassante sfruttando il concetto di "cromoterapia". L'utilizzo dei colori e di luci trattate cromaticamente da vita a piacevoli giochi volti al benessere e al relax determinando quindi un ambiente suggestivo e rilassante che renderà ancora più abitabile il bagno.

Oltre a questo, grazie all'impiego di led, è possibile sfruttare le luci direzionali, orientando il cono di luce generato in modo tale da valorizzare eventuali particolari degni di nota presenti nell'ambiente, valorizzandone ogni dettaglio. Per quanto riguarda invece la scelta della temperatura di colore della luce, tale fattore risulta sempre molto soggettivo e strettamente correlato al gusto personale tenendo comunque a mente che temperature di colore più basse danno origine a una luce calda mentre temperature più elevate creano una luce piuttosto fredda. Tale selezione dovrà essere compiuta in base alle singole esigenze.

Vai all'articolo precedente:Plafoniera da cucina: quale scegliere in base all'arredamento
Vai all'articolo successivo:Come scegliere una plafoniera per camera da letto?
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image