Come montare faretti ad incasso al soffitto o controsoffitto

Come montare faretti ad incasso al soffitto o controsoffitto

Il faretto da incasso è in grado di dare un'atmosfera calda e ricercata a vari tipi di ambiente. Questa soluzione di illuminotecnica viene sempre più scelta dai designer. I faretti possono illuminare in modo corretto, mantenendo una linea pulita sul soffitto e lasciando che sia la luce ad arredare, non l’apparecchio luminoso! Vediamo come montare faretti da incasso!

Come installare faretti ad incasso: la controsoffittatura

Iniziamo col fare una doverosa distinzione. La procedura di installazione è ben diversa a seconda che i faretti che volgiamo piazzare abbiano il corpo illuminante esterno o meno. Nel primo caso basteranno viti e tasselli per fissare l’apparecchio, nell’altro invece sarà necessaria una controsoffittatura in cartongesso per nasconderne il corpo.

Un controsoffitto con faretti è la soluzione ideale per ambienti particolarmente bassi che risulterebbero appesantiti installando plafoniere o sospensioni. È oltretutto un’idea utile per integrare l’intensità luminosa in una stanza con della luce indiretta o d’accento.

Sarà anche possibile scegliere una soluzione ancora più neutra, installando un modello di faretto in gesso a scomparsa per controsoffitto. In questo modo potrai avere l'illusione di non aver alcun corpo illuminante a vista sul tuo soffitto.

In più conviene anche scegliere faretti con luci led, in grado di garantire un risparmio economico, ma senza rinunciare ad una buona resa luminosa.

Posizione faretti controsoffitto

Non esistono regole universali per capire come posizionare i faretti nel controsoffitto. La giusta distanza tra faretti dipende da vari fattori: dalle dimensioni di una stanza, dal tipo di illuminazione cui sono destinati, dalla quantità di luce richiesta per le attività da svolgere in quell’ambiente e dalla potenza del singolo faretto…

Se i faretti fungono solo da luce indiretta, allora è chiaro che andranno collocati nelle zone periferiche della stanza. Altrimenti dovranno essere distribuiti equamente nello spazio disponendoli su una o più file. Per capire quanti faretti occorreranno e a che distanza installarli, bisognerà calcolare i lumen necessari partendo da: potenza del singolo faretto, misure della stanza e lux richiesti per l’ambiente.

Fatti i calcoli richiesti, prendi le misure delle relative distanze, lasciando uno scarto uniforme tra tutti i corpi illuminanti. Segna, servendoti di una matita, l’ingombro dei faretti dove poi si dovranno praticare i buchi col trapano.

 

Faretti da incasso per controsoffitto.

 

Come installare faretti da incasso

Prima di passare alla vera e propria fase operativa, ti ricordiamo che questo tipo di lavoro è potenzialmente rischioso. Se non hai già esperienza in questo campo, ti conviene affidarti o farti assistere da qualcuno che sappia già come muoversi!

Predisporre il controsoffitto

Cosa occorre per montare i faretti da incasso? Dopo aver scelto i corpi illuminanti da montare, procurati: un trapano con punta a tazza, dello stucco, cavi elettrici e del nastro adesivo di tipo isolante e cacciaviti. Per lavorare in sicurezza, occorrerà togliere la corrente elettrica.

Per prima cosa andrà usato il trapano con sega a tazza per creare i fori necessari per incastonare i faretti. I fori fatti con il trapano verranno rifiniti con lo stucco. Sarà necessario infine, tinteggiare in maniera uniforme il controsoffitto.

Come collegare faretti led in serie

La difficoltà maggiore nell’installare i faretti sta nel fatto che, diversamente da lampadari o plafoniere, i corpi illuminanti sono molti e quindi una sola uscita elettrica non è sufficiente. In base al numero totale di faretti si deve progettare diversamente l’impianto.

In linea generale, è possibile far partire una sola linea elettrica cui collegare in parallelo tutti i faretti nello stesso circuito. Ma se volgiamo ad esempio dividere i faretti in più gruppi (che possano essere accesi e spenti separatamente), allora converrà impostare più linee (con relativi collegamenti in parallelo) che possano confluire a interruttori diversi (o ad uno stesso interruttore con deviatore).

Come montare i faretti al soffitto

L’ultima azione consiste nel connettere i faretti alla linea elettrica: per prima cosa bisogna collegare l’alimentatore alla rete, fatto ciò si passerà a collegare il faretto all’alimentatore appena menzionato. L’ultima operazione consiste nel fissare il faretto al foro praticato nel cartongesso.

Vai all'articolo precedente:Lampade per comodini camera da letto: tra idee originali e tradizione
Vai all'articolo successivo:Lampadari stile provenzale per illuminare una casa raffinata
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image