Come riempire una parete vuota: consigli e idee di design

15 Novembre 2021
Come riempire una parete vuota: consigli e idee di design

Capire come riempire una parete vuota presenta, in qualche maniera, lo stesso dilemma che si trova ad affrontare lo scrittore che osserva il foglio vuoto sulla sua scrivania. Lo spazio sembra tanto, e le idee che parevano arrivare copiosamente, in realtà scarseggiano.

Vuoi per una mancanza di possibilità e spazi, o per un'inventiva non proprio da artista di fama mondiale, ogni tanto il problema della parete vuota si ripropone, soprattutto quando si trasloca oppure si cambia disposizione dei mobili nella propria casa, liberando una parete che precedentemente era coperta da altro mobilio.

Vediamo allora qualche spunto interessante che permette di dare vita ad una parete vuota e di rendere ancora più accoglienti le stanze della propria casa, seguendo il proprio gusto e il proprio stile.

Come arredare una parete vuota: le idee di base

Tra le mille idee per riempire una parete vuota che possiamo avere, alcune sembrano addirittura ovvie, finché non le pensiamo effettivamente. Spesso la parete che vogliamo riempire è bianca, e il colore può rappresentare un modo intelligente di arredarla in qualche maniera. Pensiamo ad esempio alle classiche pareti vuote che ci troviamo ad affrontare in casa, quelle cioè poste dietro il divano e dietro al letto: spesso, in quel caso, basterà colorare diversamente il muro per avere un elemento in grado di arredare da solo e fornire un contrasto piacevole alla vista.

Tra le idee che rispondono al quesito di come abbellire una parete vuota, possiamo poi affidarci al classico che non delude mai, rappresentato da quadri e stampe che possono letteralmente cambiare l'impatto di una stanza ad una prima semplice occhiata.

Il vantaggio di questi complementi d'arredo è l'estrema duttilità, perché chiunque potrà scegliere l'elemento che meglio si sposa con il resto dei colori e del mobilio già presente nella stanza. 

Grazie a stampe moderne, possiamo poi optare per un tipo di elemento che contenga parole e forme, in modo da dare anche un messaggio preciso da abbinare alla scelta dell'arredamento.

Quando si scelgono le stampe e i quadri, è bene però avere presente gli spazi da occupare: non possiamo sceglierne di troppo grandi o in quantità troppo elevata, perché si rischierebbe di "rimpicciolire" visivamente la stanza; optiamo quindi per la giusta misura, coprendo in maniera ordinata lo spazio e mantenendo gli stessi margini tra parte alta e bassa e tra la fine della parete, sia a destra che a sinistra.

Decorare una parete vuota con i pannelli

Uno dei sistemi migliori per riempire uno spazio vuoto è quello dei pannelli decorativi per pareti interne, che permettono di dare forme e stili che altrimenti sarebbero molto difficili da conferire alla propria parete.

Grazie a questi pannelli possiamo simulare altri materiali, come la pietra ad esempio, oppure possiamo utilizzarli per avere effetti visivi con ondulazioni o forme ad effetto 3D, anche sulla semplice parete bianca.

I pannelli murali decorativi sono quindi una delle soluzioni più duttili, in grado di fornire svariate soluzioni che si adattano agli stili più disparati. L'unica controindicazione all'utilizzo di pannelli decorativi per interni è quella della loro portata: se abbiamo intenzione di applicare a quella parete delle mensole, ad esempio, non sarà consigliabile farlo sullo spazio occupato dal pannello e dovremmo nel caso sagomarlo, rendendo il lavoro leggermente più complicato.

Riempire una parete vuota con mobili e mensole

Se siamo in fase di arredamento di un nuovo spazio, la soluzione che viene più immediata è comunque quella dell'occupazione con mobilio di vario genere, oppure con le classiche pareti attrezzate.

Molto comunemente, infatti, la parete vuota è utilizzata per posizionare mobili. Pensiamo ad esempio ad un salotto con il muro su cui si dovrà poi posizionare la televisione: in questo caso, spesso ci si affida a pareti attrezzate che possono contenere la TV, oppure a mobili bassi abbinati a delle mensole. 

In altri casi la parete è invece occupata da una libreria, che in questo caso può anche coprire per intero lo spazio, senza appesantire troppo l'impatto visivo della stanza.

Riempire la parete vuota con idee originali

Trovandoci di fronte ad uno spazio vuoto, l'unico limite è comunque dato dalla nostra creatività.

Ecco quindi alcune idee originali, spesso sottovalutate, che però possono dare un aspetto del tutto diverso alla nostra stanza.

  • Carta da parati: può sembrare una soluzione ancorata al passato, ma la carta da parati sta prepotentemente tornando di moda. Molte di queste possono riprodurre stampe e opere famose, oppure possono fornire spettacolari illusioni ottiche che permettono di dare un aspetto originale e inconfondibile alla parete;
  • Adesivi e Stencil da parete: questi sono molto utilizzati e permettono di dare un tocco di grande originalità alla parete. Si può optare per disegni particolari, ma anche per delle scritte lungo tutto il muro, oppure per un orologio gigante. In pratica, con questa tecnica andiamo a "tatuare" la nostra parete.
  • Luci, cavi e neon: altro elemento molto in voga è quello di installazioni di luci e cavi che possano abbellire la parete, magari aiutandosi anche con moderne scritte neon di stampo post industriale.
Vai all'articolo precedente:Come arredare l'ingresso di casa con tavolini, appendiabiti e lampade di design
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image