Cos’è l’illuminazione indiretta e come ottenerla in casa

Cos’è l’illuminazione indiretta e come ottenerla in casa

L’illuminazione indiretta è sempre più diffusa nelle nostre case… diffusa come la luce che emana e che riempie gli ambienti! La luce indiretta può essere implementata nelle nostre stanze con diversi tipi di apparecchio. Ma per essere davvero efficace, va prevista sin dall’inizio nel progetto di architettura. Vediamo di seguito alcune caratteristiche che la contraddistinguono e quali sono le possibili tipologie di applicazione.

Cos’è l’illuminazione indiretta?

Il termine “indiretta” ci suggerisce che questo modo di illuminare le stanze non prevede un fascio di luce diretto, ma che si diffonde di riflesso (ad esempio, quando la luce viene puntata su soffitto o pareti). La luce indiretta è impiegata per enfatizzare l’intero volume di una stanza, eliminando le zone d’ombra e regalando un ambiente più energico, vivibile, ma non abbagliante.

Ovviamente, la sola illuminazione indiretta non è sufficiente a fornire la giusta intensità luminosa. Deve essere quindi considerata come complementare alla luce principale (detta anche illuminazione diretta o di fondo).

Questo genere di soluzione è stato inizialmente concepito per edifici adibiti ad uso lavorativo o commerciale. Lo scopo principale era quello di ottenere una luce confortevole, cosa estremamente importante in un ambiente lavorativo, dove le persone trascorrono gran parte della giornata sottoponendo i propri occhi ad un forte stress.

Negli ambienti in cui è stata integrata la luce indiretta risulta del tutto assente il fastidioso fenomeno dell’abbagliamento e non si creano ombre. In generale quindi, si ottiene un locale con illuminazione uniforme, ideale per lavorare a lungo senza affaticare la vista.

 

Leggi anche dal nostro Blog “Come illuminare al meglio ogni ambiente di casa: guida illustrata ai vari tipi di illuminazione”.

 

Lampade luce indiretta

Quali apparecchi luminosi possono essere usati per ottenere l’illuminazione indiretta? Nella maggior parte dei casi, l’apparecchio luminoso è mascherato alla vista. Ciò non toglie che possiamo ottenere gli stessi risultati anche con altri tipi di lampade.

Cornici illuminazione indiretta: la luce c'è ma non si vede

Le migliori pratiche dell’illuminazione indiretta per interni prevedono quasi sempre l'utilizzo di strisce a Led o lampadine fluorescenti. Dove puoi applicarle? Per un effetto davvero scenografico potresti optare per appositi profili da applicare al muro, che conferiranno una luminosità unica all'ambiente, senza mostrare l’apparecchio luminoso.

Questa è una soluzione ideale per dei corridoi, dove la luce funge da guida e segue la direzione naturale del percorso che vuoi indicare. Ma può essere usata con successo in tutte le stanze che necessitano di tale illuminazione. La luce dalle pareti viene puntata verso il soffitto (o anche verso il basso) per eliminare le ombre che comunemente si formano nelle aree periferiche della stanza.

Un’alternativa alle cornici è data da apposite nicchie, ricavate alle pareti con del cartongesso, che nasconderanno la fonte luminosa.

 

Cornici illuminazione indiretta

 

Illuminazione indiretta controsoffitto

Molto spesso queste luci sono installate all'interno di un controsoffitto. La fonte luminosa risulta nascosta, ma gli ambienti vengono illuminati per diffusione e grazie al riflesso che si crea dalla parte esterna a quella interna del soffitto, o verso i muri (se la luce è direzionata dal lato opposto).

 

Illuminazione indiretta soffitto

 

Applique luce indiretta

Per avere luce indiretta in una stanza, oltre alle soluzioni appena viste, si possono anche usare delle lampade a parete. Nello specifico, con delle applique a doppia emissione si può ottenere della luminosità diffusa tra pareti e soffitto in grado di rendere la stanza più ariosa e piacevole.

Quella delle lampade a muro è inoltre l’alternativa più comoda per avere dell’illuminazione indiretta senza dover progettare nicchie e controsoffittature varie. Va da sé che l’intensità luminosa in questo caso non dovrà essere particolarmente intensa.

 

Applique doppia emissione per illuminazione indiretta

 

Faretti luce indiretta

Discorso analogo vale anche nel caso in cui volessimo aumentare la luminosità alle pareti usando dei faretti installati al soffitto, ma solo in prossimità del muro (come se fossero delle fonti di luce d’accento).

 


A tal proposito, leggi anche l'articolo "Come illuminare un quadro: luce d’accento per le decorazioni di casa".

Vai all'articolo precedente:Come illuminare una parete in pietra dentro e fuori casa
Vai all'articolo successivo:Come illuminare un soffitto a volta
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image